Alberto Gianfreda

Alberto Gianfreda nasce a Desio (MB) nel 1981.
Nel 2003 si diploma in scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera, dove si specializza nel 2005 in Arti e Antropologia del Sacro.
Nel 2007 completa la sua formazione al TAM (trattamento artistico metalli), sotto la direzione artistica di Nunzio e la presidenza di Arnaldo Pomodoro. Dal 2005 collabora con l’Accademia di Belle arti di Brera di Milano presso la quale è attualmente docente di Tecniche per la scultura.
Dal 2002 partecipa a numerose collettive tra le quali la Biennale di Scultura della Regione Piemonte, il workshop Realpresence 8 al Castello di Rivoli; vince il premio internazionale Canova e il premio Open 13 che gli consente di accedere ad ArteLaguna alle nappe dell’arsenale di Venezia, la Biennale giovani di Monza.
Tra le personali dell’ultimo anno Open Source/ mobilità, moltiplicazione, inserimenti presso la Casa Museo Messina a Milano e Sculpture_Détour a Lugano da Perlartecontempornaea.
Nel 2014 Earthquake presso il Museo Canova di Possagno e la sede milanese di Banca Sistema. Da segnalare inoltre Scultura, paesaggio e architettura allo spazio Heart di Vimercate nel 2012 e Frequenze presso la Leo Galleries di Monza nel 2010.
Tra le opere pubbliche la scultura-braciere per il Duomo di Monza, quella nella collezione pubblica del MIC (Museo Internazionale della Ceramica di Faenza) e a Palazzo delle Paure (Museo Arte contemporanea di Lecco).
In occasione di Expo 2015 colloca la scultura Tavola di condivisione all’ingresso di Cascina Merlata Sud.
Nel 2014 fonda assieme ad un gruppo di altri cinque artisti e la curatrice Ilaria Bignotti il movimento Resilienza italiana.

OPERE