MODE 2: 4 elements

18 Dicembre 2015 - 24 Gennaio 2016

La collaborazione della Galleria Antonio Verolino con Mode 2, uno dei maggiori street artists presenti sulla scena europea, nasce in occasione di “The Bridges of Graffiti”, evento collaterale alla Biennale di Venezia. Originario dell’isola di Mauritius, attivo a Londra negli anni Ottanta, oggi Mode vive a Berlino. Per la galleria modenese ha firmato un arazzo di tre metri e sessanta per uno e venti il cui impatto si è rivelato sorprendente. Lo stesso dicasi per le grandi tele e i disegni che dell’inimitabile talento dell’artista sono espressione genuina e inedita.

Considerato uno degli anticipatori della scena dei graffiti anglosassone – è stato co-fondatore di The Chrome Angelz, crew londinese tra le più influenti in Europa  – Mode ha iniziato a brillare quando ancora la street art era un movimento underground. Il suo lavoro, libero da qualsivoglia compromesso, schietto sino ad essere crudo ma allo stesso tempo commovente, ha convinto il grande pubblico e contagiato persino un gruppo cult del calibro degli U2. Per il loro progetto “Film of Innocence”, contemporaneo all’album “Songs of Innocence”, la band irlandese ha puntato infatti sulla sua genialità.  Fu Francesca Alinovi nell’ormai lontano 1984 a portare in Italia i big del graffitismo made in New York (“Arte di frontiera. New York Graffiti”). Oggi la Galleria Antonio Verolino si muove nel mondo dell’arte contemporanea con proposte altrettanto coraggiose e dal sapore internazionale.